notizie top forex

Carney gela la sterlina, su rialzo tassi nulla è deciso

Inviato da Titta Ferraro il Ven, 20/04/2018 - 11:30

Il governatore della Bnk of England, Mark Carney, spariglia le carte in vista del meeting del prossimo 10 maggio. In un’intervista alla BBC il governatore della BoE ha messo in dubbio la certezza dei mercati riguardo al rialzo dei tassi di 25 punti base, sostenendo che gli ultimi dati economici sono stati misti e ci sono quindi ancora melte considerazioni da fare prima che il Comitato per la politica monetaria (MPC) possa decidere il prossimo rialzo dei tassi d'interesse.


Tra gli ultimi dati spicca soprattuto la discesa dell'inflazione al 2,5% a marzo, livello più basso degli ultimi 12 mesi. Anche l'incertezza sulla Brexit è considerato un fattore importante.


"Sono sicuro che ci saranno alcune differenze di vedute tra i membri del MPC - ha detto Carney - ma siamo tutti consapevoli che ci sono altri incontri nel corso di quest'anno". Carney ha riconosciuto che ci sono molte buone notizie sull'economia - come ad esempio sul fronte occupazione e aumenti salariali - ma c'è ancora un'incertezza significativa sulla Brexit.


Dubbi sul rialzo dei tassi che hanno scatenato le vendite sulla sterlina, scesa a quota 1,405 contro il dollaro Usa rispertto a quota 1,42 precedente le parole di Carney.
All'inizio di questa settimana la sterlina aveva raggiunto il livello più alto contro il dollaro dal voto Brexit del giugno 2016. 


"Ieri, prima del discorso di Carney, la probabilità implicita di rialzo era ancora al 67%", rimarcano gli analisti di Intesa Sanapolo che segnalano come il prossimo dato importante sarà la stima flash del PIL per il primo trimestre in uscita il 27 aprile (consenso per un marginale rallentamento a 0,3% t/t da 0,4% t/t).